Carne bovina Marchigiana
La razza bovina marchigiana con le sue particolari caratteristiche organolettiche è facilmente reperibile in tutte le macellerie e botteghe sul territorio.



Carne bovina Marchigiana

La razza bovina marchigiana, presenta le seguenti caratteristiche: Bovino da carne dì notevole sviluppo somatico e precocità, è caratterizzato da elevati incrementi giornalieri.
Buono è lo sviluppo del treno posteriore, come pure la lunghezza del tronco. Il mantello è costituito da pelo corto, bianco porcellana. Si possono riscontrare gradazioni grigie diffuse nelle parti anteriori del corpo. La cute è pigmentata nera, sottile e morbida al tatto.
La testa è ben conformata, a profilo rettilineo. Il collo è corto e muscoloso, gibboso nei maschi, con una giogaia ridotta. La struttura e lo sviluppo delle varie regioni sono armoniche ed aderenti al tipo da carne.

Tecnologia di lavorazione: La razza bovina marchigiana viene allevata allo stato brado o semibrado in stalle libere oppure in stalle a stabulazione fissa. La carne si prepara per tagli di carne fresca, molto apprezzata lessa, arrosto, brasata, in umido, alla griglia, o per preparare ragù, involtini, polpette, ecc..

Materiali e attrezzature specifiche utilizzati per la preparazione e condizionamento: I materiali, le attrezzature devono essere conformi al Decreto Legislativo 26 maggio 1997, n. 155. In particolare si deve far riferimento al Capitolo V ed al Capitolo VIII dell'allegato al suddetto D.Lgs pubblicato sul Supplemento Ordinario alla Gazzetta Ufficiale del 13/06/1997 Serie generale n. 136.

Descrizione dei locali di lavorazione conservazione e stagionatura: I locali per la lavorazione devono essere conformi al Decreto Legislativo 26 maggio 1997, n. 155. In particolare si deve far riferimento al Capitolo I ed al Capitolo il dell'allegato al suddetto D.Lgs pubblicato sul Supplemento Ordinario alla Gazzetta Ufficiale del 13/06/1997 Serie generale n. 136.

Frullatura:

Caratteristiche del prodotto finito: Carne magra, succulenta e consistente alla masticazione, leggermente rosata e a grana fine, basso tenore di colesterolo ed elevato contenuto di proteine nobili.

Area di produzione: Intero territorio regionale, prevalentemente nelle zone interne.

Calendario di produzione:

Note: "La Razza Bovina Marchigiana, Passato, Presente, Futuro", Luciano Guidi, Silvestro Mondini, Regione Marche - Assessorato Agricoltura, Foreste e Alimentazione (1986);
Disciplinare del Libro Genealogico delle razze Bovine Italiane da carne, approvato con DM del 23,101974 (ultima modifica: DM n. 21927 del 27.04.1994);
Indagine svolta da Graziella Picchi su incarico della Provincia di Macerata.

fonte: Bollettino Ufficiale della Regione Marche. Anno XXXIII, n.° 63, 20 maggio 2002

 


Copyright 2011 © - tutti i diritti sono riservati